Posturologia

La postura è “l’espressione somatica dell’atteggiamento relazionale dello psicosoma umano con la propria interiorità e con l’ambiente che lo circonda“.

Clinicamente per postura eretta del corpo s’intende la posizione anatomica che un individuo assume nello spazio stando in piedi, con la faccia rivolta in avanti, gli arti superiori allineati ai fianchi ed i piedi allineati posteriormente e leggermente divaricati.
Per mantenere questa posizione verticale esiste un’attività tonica posturale, che, attraverso contrazioni muscolari toniche riflesse involontarie, mantiene il corpo nella postura corretta. Cause sia acquisite che congenite possono modificare in modo più o meno reversibile la postura normale.
Le manifestazioni dei disordini posturali sono varie:

- mancanza di equilibrio,
- vertigini, capogiri,
- faticabilità muscolare,
- difficoltà a mantenere alcune posizioni
- modificazioni dell'appoggio plantare
- problemi viscerali
- stress mucolari
- dolori muscolari e articolari
- sciatalgia
- cervicalgia
- lombalgia
- difficoltà nella masticazione
- dolori in apertura e chiusura della bocca
- rumori articolari a livello delle articolazioni temporo mandibolari
- cefalee muscolo tensive

Il dentista è una figura molto importante per individuare le cause dei problemi posturali e spesso è il primo che deve intervenire in equipe con fisiatri, osteopati, oculisti, otorinolaringoiatri e chinesiologi.
C'è infatti una diretta connessione tra postura e occlusione dentale. Infatti l'occlusione dentale, il rapporto cranio mandibolare e la deglutizione sono in stretto rapporto con il sistema posturale. Qualsiasi alterazione a questi livelli può pesantemente ripercuotersi sul sistema posturale.